Mancanza sottoscrizione offerta tecnica - soccorso istruttorio

Mancanza sottoscrizione offerta tecnica - soccorso istruttorio

E' sanabile, mediante attivazione del soccorso istruttorio ai sensi dell’articolo  83, comma 9, del d.lgs. n. 50/2016, l'offerta tecnica dell'operatore economico non sottoscritta per esteso nell'ultima pagina della stessa [ma siglata su ogni pagina dell'offerta] in quanto la sua  eventuale carenza - ferma restando  la  riconducibilità dell’offerta al concorrente (che escluda l’incertezza  assoluta  sulla provenienza) – deve ritenersi sanabile mediante ricorso  all’istituto del soccorso istruttorio.

Tale avviso è stato confermato  dalla stessa Autorità in diverse pronunce (Parere n.24 del 5 agosto 2014;  Delibera n. 953 del 7 settembre 2016; Parere di precontenzioso n. 10 del 4  febbraio 2015), nelle quali è stato, altresì, evidenziato l’orientamento giurisprudenziale  secondo cui «nelle gare  pubbliche la funzione della sottoscrizione della  documentazione e dell’offerta è quella di renderla riferibile al presentatore  dell’offerta vincolandolo all’impegno assunto, con la conseguenza che laddove  tale finalità risulta in  concreto conseguita, con salvaguardia del  sotteso interesse dell’Amministrazione, non vi è spazio per interpretazioni  puramente formali delle prescrizioni di gara» (Cons. Stato sez. V 3 maggio 2016  n. 1687).
Le considerazioni che precedono,  consentono di confermare, anche nell’assetto normativo attualmente in vigore,  recato dal d.lgs. 50/2016 e s.m., che in applicazione del principio del  soccorso istruttorio ai sensi dell’articolo 83, comma 9, del Codice - ferma  restando la riconducibilità dell’offerta al concorrente, che escluda  l’incertezza assoluta sulla provenienza - è sanabile l’elemento della  sottoscrizione dell’offerta stessa (Delibera n. 432 del 27 aprile 2017).

Vedasi testo integrale della DELIBERA N. 1298 del 12 dicembre 2017